Crotone Sport

Olimpia Crotone, successi al Gran galà di kickboxing Night pro fight 3

La qualità c’è e si vede, così come la stoffa dei campioni. Il team Cusato della scuola Olimpia di Crotone fa la voce grossa e raccoglie tutto quello che può al Gran galà di kickboxing Night pro fight 3 che si è svolto ieri a Catanzaro. Quattro in tutto gli allievi portati dal maestro Fabio Cusato e tutti hanno vinto i loro rispettivi incontri contro avversari più quotati oppure ritenuti più forti solo alla vigilia. Il risultato ottenuto dai crotonesi sul tatami però è stato diverso, brillante e tutti i pronostici sono stati sovvertiti. Premiato il lavoro del maestro Cusato che prepara al meglio il suoi allievi. Tutti danno il e prendono il massimo ed i risultati si vedono, l’associazione è vincente.

Non ha neanche sudato Davide Calabretta che ha vinto il proprio incontro in appena dieci secondi. KO tecnico il risultato finale, un verdetto che non lascia spazio a nessuna contestazione, ma che accoglie solo commenti postivi. Per Calabretta arriva un’importante conferma visto che ha vinto il suo secondo incontro ed ancora una volta per KO tecnico. Si è affacciato da poco all’attività agonistica, ma lo ha fatto nel migliore dei modi. Adesso deve continuare su questa strada e soprattutto tenere duro quando arriveranno i momenti difficili, perché quelli, come gli avversari forti, non mancano mai.

Chi invece sembra ormai già abituata a vincere è la giovanissima veterana Giulia Ceraudo che negli ultimi anni ha fatto man bassa di titoli in tutte le manifestazioni alle quali ha partecipato. Anche questa volta ha avuto la meglio sulla sua avversaria battendola nettamente. Anche questa volta tutto sembrava giocare a suo svantaggio. Lei appena quindicenne, si è trovata davanti un’avversaria di diversi anni più grande, ma come al solito non si è fatta intimorire ed ha dominato l’incontro dal primo all’ultimo colpo.

Altro grande risultato è stato ottenuto da Vincenzo Stigliano che è stato messo a dura prova da un rivale molto forte. La grinta, la voglia, la classe ed i colpi potenti e precisi però gli hanno permesso di avere la meglio. Ottimo risultato per un giovane che può fare davvero tanta strada.

Una gioia ed un dolore per Gianluigi Tallarico che vince il primo incontro della manifestazione, ma perde poi il secondo. Poco male per un atleta giovanissimo, il più piccolo della compagnia, che comunque ha una percentuale di vittorie invidiabile data la l’età ed il numero di incontri sostenuti.

Risultati che non dovrebbero sorprendere, anzi sono in linea con quelli ottenuti dagli atleti del Team Cusato che mietono vittorie ad ogni manifestazione alla quale partecipano, una conferma dell’alta qualità degli allenamenti che si svolgono in settimana.

 

News Correlate

Pallamano Crotone, senza paura ad Andria

admin

Ghirelli: “Ai tempi del Perugia andavamo a depredare calciatori al Sud come Gattuso”

admin

Arbitri, il Presidente nazionale Nicchi a Soverato (SERVIZIO TV)

admin