Catanzaro Sport Video

Us Catanzaro, quadro d’autore dipinto con terzo posto diventi capolavoro della B (VIDEO)

di Danilo Colacino – Il Catanzaro di Gaetano Auteri non ha mezze misure. Nel bene e nel male è una fabbrica di sogni ed emozioni, che talvolta rischia di trasformare in incubi ma giocando in maniera mai banale. E lo scoppiettante (eufemismo!) match di ieri contro il Trapani ne è l’ennesima riprova.

La società del patron Floriano Noto, giunto in Sala Stampa del Nicola Ceravolo al termine dell’ultimo incontro della regular season del girone meridionale della serie C, è raggiante, seppur non si scompone all’insegna di un aplomb che è un ‘marchio di fabbrica’. Il presidente, insomma, sa di aver portato a casa un risultato affatto disprezzabile, anzi per la verità lusinghiero, e di averlo fatto con una squadra di qualità però non certo ‘grandi firme’. Eppure – come rimarca con un pizzico di malcelato orgoglio – “capace di annoverare nelle sue fila un D’Ursi in cima alla classifica cannonieri e comunque con alle spalle nomi di ‘cassetta’ di gente che la piazza avrebbe voluto in maglia giallorossa”.

Ma la società bada parecchio ai bilanci e se, malgrado ciò, ottiene un terzo posto ambito da molte rivali come ad esempio un Catania che godeva dei favori del pronostico, invece finito alle spalle dell’Auteri-band, la cosa non può certo passare sotto silenzio. Tutt’altro.

È pur vero, comunque, che adesso ambiente e staff tecnico e dirigenza in primis hanno l’ambizione di completare l’opera. Vogliono che il ‘quadro d’autore’ dipinto finora diventi un capolavoro. Una tela raffigurante la promozione fra i cadetti in soli due anni di gestione del gruppo Noto e dei suoi collaboratori.

News Correlate

Festival Nuova Musica Italia, selezionati i 20 semifinalisti

admin

Catanzaro, concorso alla scuola ‘Patari” per partecipare ai campi Prociv

admin

Università Iuav, concluso tour su bellezze calabresi

admin